MENU
 

Menu di sezione

 
Tutte le news
 

Contenuto della pagina

Tutte le news

Opera del mese

 

L'OPERA DEL MESE RACCONTA
UNA FORTUNATA CAMPAGNA DI SCAVI 

DOMENICA 19 MARZO
MUSEO DI SANTA GIULIA ore 15.30
 
Monumenti funerari da via Mantova
dalla campagna di scavo del 1959
Introduce l'opera l'archeologo Antonio Dell’Acqua

Nel 1959, durante lo scavo per le fondazioni di un palazzo in via Mantova 8, venne alla luce una struttura costituita da un filare di lastre orizzontali, un successivo corso di blocchi verticali e un terzo di blocchi orizzontali. In totale vennero recuperati dieci stele, quindici blocchi tra lisci e decorati, e undici elementi modanati pertinenti al basamento di un monumento funerario. I resti rinvenuti furono interpretati da Mario Mirabella Roberti come l’argine del porto fluviale della città: sebbene il parere degli studiosi non sia concorde, si ritiene che la sua costruzione risalga all’epoca tardo-antica, in età gota o longobarda (dal V sec. in avanti).
Le stele recuperate sono tutte di grandi dimensioni, alte più di 2 mt., di cui alcune decorate. Vennero rinvenuti ulteriormente ventisei blocchi che formano il basamento di un monumento a dado sovrastato da una tholos o da un’edicola rettangolare. Riccamente decorato è stilisticamente datato al quarto decennio del I sec. d.C.
L’Opera del mese: 12 capolavori per 12 mesi è un progetto per la valorizzazione del patrimonio museale bresciano promosso da Fondazione Brescia Musei insieme all’Assessorato alla Cultura Creatività e Innovazione del Comune di Brescia e in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Brescia Santa Giulia.
Oltre alla conferenza sono dedicati all’Opera del mese anche approfondimenti sui canali web e i social network del Comune e di Fondazione Brescia Musei, e un filmato su Youtube.


L’Opera del Mese sarà inoltre identificata nel percorso di mostra attraverso un totem, fornito di scheda di approfondimento cartacea e apposito QRcode di riferimento, leggibile con il proprio smartphone.
Ore 15.30 presso la White room del Museo di Santa Giulia.
Ingresso libero (fino ad esaurimento dei posti disponibili)

 
 
 
 



«  Tutte le news