MENU
 

Menu di sezione

La ricollocazione in Capitolium
 
La storia
Il progetto
Il restauro
La ricollocazione in Capitolium
I tempi
Sostieni il volo della Vittoria Alata


«  La Vittoria Alata
 

Contenuto della pagina

La Vittoria Alata

La ricollocazione in Capitolium

 
Le ragioni del ritorno
 
Esposta in uno dei principali edifici pubblici dell’antica Brixia, molto probabilmente il Capitolium stesso, la statua venne occultata con altre opere e oggetti in bronzo in un’intercapedine dell’edificio, in età tardoimperiale, probabilmente per preservare questo simbolo pagano dalla fusione in occasione del passaggio al cristianesimo come religione ufficiale dell’Impero.
 
 
La ricollocazione
 
Non verrebbe ricollocata in Capitolium solo la Vittoria alata, ma tutti gli oggetti bronzei: dalle teste ritratto, al balteo, all’altare di Giove, alle cornici architttoniche, che furono ritrovate durante gli scavi nell’intercapedine che li ha protetti per quindici secoli.
 
 
Nuovo allestimento museale in Capitolium

 
 
La revisione del percorso in Santa Giulia
 
Gli interventi:
 
  • revisione della sezione romana a partire dal vano di ingresso
     
  • revisione della sala repubblicana alla luce della nuova musealizzazione della quarta cella con inserimento di elementi di proiezione immersiva già realizzati per la mostra “Roma e le genti del Po”
     
  • ricollocazione della installazione di Studio Azzurro in uno spazio più idoneo alla didattica per descrivere meglio l’età Imperiale e l’abbandono
     
  • integrazione della sala dedicata al Teatro con nuovi materiali anche interattivi
     
  • realizzazione di una sala di introduzione alle Domus dell’Ortaglia





«  La Vittoria Alata