MENU
 

Menu di sezione

Il catalogo generale delle opere del Seicento e Settecento
 
Informazioni
Come arrivare
Catalogo generale
La scuola bresciana del '500
I capolavori. L'Angelo di Raffaello


«  Pinacoteca Tosio Martinengo
 

Contenuto della pagina

Pinacoteca Tosio Martinengo

Il catalogo generale delle opere del Seicento e Settecento

 

Pinacoteca Tosio Martinengo
Catalogo delle opere
Secoli XII - XVI
a cura di Marco Bona Castellotti e Elena Lucchesi Ragni
con Roberta D'Adda
ed. Marsilio
formato 240 x 290, cartonato
pp. 532 con 570 ill. a colori, euro120 in libreria
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Il Catalogo presenta da un lato la parte meglio conosciuta patrimonio artistico civico – i dipinti dei grandi maestri bresciani del Rinascimento: Foppa, Savoldo, Romanino e Moretto – e, parallelamente, una ricognizione completa dei dipinti dei secoli XII-XV, per lo più affreschi provenienti da edifici cittadini. Si tratta di una ricostruzione preziosa, che mancava da tempo agli studi e che restituisce agli appassionati e ai cittadini opere importanti alcune delle quali poco note.
 
Il catalogo è costituito da 282 schede, relative a 480 dipinti. Per la sua realizzazione è stato coinvolto un gruppo di 43 studiosi, ai quali è stata affidata la stesura delle schede.
Ogni dipinto è riprodotto in alta definizione, grazie ad un'estesa campagna fotografica che ha permesso di documentare gli splendidi risultati dei più recenti interventi di restauro.
 
I lavori sono stati coordinati da un comitato scientifico, composto dai curatori - Elena Lucchesi Ragni, Marco Bona Castellotti con Roberta D’Adda - e da Daniele Benati, Francesco Frangi, Mina Gregori e Mauro Natale.
 

Pinacoteca Tosio Martinengo
Catalogo delle opere
Seicento e Settecento
a cura di Marco Bona Castellotti e Elena Lucchesi Ragni
ed. Marsilio
formato 240 x 290, cartonato
pp. 480 con 350 ill. a colori, euro120 in libreria
 
Nel volume sono schedati 353 dipinti, riprodotti con immagini ad alta definizione, ordinati per ambiti geografici. Chiudono il volume una accurata bibliografia, l’elenco delle esposizioni svoltesi nella Pinacoteca, gli indici degli artisti in catalogo e citati, l’indice delle provenienze e le concordanze inventariali.
 
Le ricerche condotte in questa occasione hanno consentito di proporre nuove attribuzioni o comunque di rivedere e aggiornare quelle tradizionali. L’accurato spoglio archivistico e la disamina delle fonti storiografiche hanno permesso di dare nuovo peso alle notizie sulle vicende collezionistiche e sulla provenienza di ogni singolo dipinto, con esiti più che soddisfacenti.
 
La prima sezione del catalogo riguarda gli autori bresciani (Francesco Giugno, Francesco Paglia e i di lui figli Antonio e Angelo, Faustino Bocchi e Giorgio Duranti, per ricordarne alcuni) e quegli artisti che, con le loro opere connesse a importanti commissioni cittadine, hanno inciso sulla cultura figurativa locale (è questo il caso di Jacopo Palma il Giovane o, ancora, dei veneziani Giovan Battista Pittoni e Francesco Fontebasso). Nella stessa sezione sono inoltre compresi i numerosi artisti che si stabilirono per alcuni anni a Brescia – come il toscano Pietro Ricchi, il veneziano Andrea Celesti, l’olandese Pietr Mulier detto il Cavalier Tempesta, il bolognese Francesco Monti – e che proprio in questa città raggiunsero gli esiti più alti della loro produzione: valgano su tutti il nome di Antonio Cifrondi e, soprattutto, quello di Giacomo Ceruti.
Seguono i capitoli dedicati alla Lombardia e al Piemonte, al Veneto a Genova, all’Emilia e alle Marche, a Roma e Firenze, a Napoli e, in chiusura, all’Europa centrale e settentrionale. Questa varietà rappresenta uno stimolo non solo per gli studiosi specializzati nelle più diverse “scuole”, ma anche per chi è in procinto di scegliere, a livello di studi, l’ambito al quale dedicarsi.
 
L’opera, a cura di Marco Bona Castellotti e Elena Lucchesi Ragni, è stata realizzata con la collaborazione di una trentina di studiosi che hanno lavorato alla stesura delle schede e alla ricerche d’archivio in collaborazione con la segreteria e il personale scientifico dei Musei civici di Brescia. Gli indirizzi di ricerca sono stati coordinati da un comitato scientifico costituito, oltre che dai due curatori, da Daniele Benati e Francesco Frangi.
 
 



I due volumi del Catalogo generale della Pinacoteca Tosio Martinengo sono disponibili presso il bookshop del Museo di Santa Giulia.

Dal 20 dicembre 2014 al 15 febbraio 2015 si potranno acquistare i volumi con uno sconto del 10% sul prezzo di copertina.
 
Pinacoteca Tosio Martinengo
Catalogo delle opere
Secoli XII-XVI
Prezzo di copertina € 120,00
Scontato € 108
 
Pinacoteca Tosio Martinengo
Catalogo delle Opere
Secoli Seicento e Settecento
Prezzo di copertina € 100
Scontato € 90
 




«  Pinacoteca Tosio Martinengo