MENU
 

Menu di sezione

 
 

Contenuto della pagina

Archivio newsletter

Newsletter

 
Newsletter del 13/03/2017

BRESCIA PHOTO FESTIVAL
Le nuove mostre al Museo di Santa Giulia
dal 7 marzo al 3 settembre 2017



PERCORSI, LABORATORI E VISITE GUIDATE

Le nuove mostre, allestite negli spazi del Complesso di Santa Giulia da Fondazione Brescia Musei, si pongono nell’ambito della prima edizione di Brescia Photo Festival, uno dei momenti ufficiali per celebrare un anniversario di rilievo nella storia della fotografia: i 70 anni dell’agenzia internazionale di fotogiornalismo Magnum Photo, che vede al suo interno alcuni tra i più grandi fotografi del mondo.

Tre saranno i percorsi visitabili dal 7 marzo al 3 settembre 2017 nel Museo di Santa Giulia:

“Magnum First” ripropone, per la prima volta in Italia, le 83 stampe vintage in bianco e nero di Henri Cartier-Bresson, Marc Riboud, Inge Morath, Jean Marquis, Werner Bischof, Ernst Haas, Robert Capa e Erich Lessing accompagnate da alcuni scritti degli autori. Questa mostra è stata fortunosamente ritrovata nel 2006, ancora chiusa nelle sue casse, dopo essere stata dimenticata in una cantina di Innsbruck nel 1956. Ora quell’autentico tesoro, restaurato, riemerge a Brescia per la gioia del pubblico.

“Magnum - La première fois” presenta i servizi che hanno reso celebri 20 grandissimi fotografi Magnum, con proiezioni e stampe originali. Frutto di un’idea originale di François Hébel, è stata presentata una sola volta al Festival di Arles nel 2012, dove ha ottenuto un grande successo.

Inoltre, viene proposta in prima mondiale Steve McCurry. Leggere collegata alla fortunata serie di immagini che il fotoreporter statunitense ha riunito in uno splendido volume. La rassegna presenta circa 70 fotografie che ritraggono persone da tutto il mondo assorbite nell'atto universale del leggere, fissate dall'obiettivo di McCurry che testimonia il potere evocativo di questa azione, la capacità di trasportare il lettore in altri mondi, nei ricordi, isolandolo dallo spazio e dal tempo. 
 
Nell’ambito di questi grandi appuntamenti internazionali i Servizi educativi di Fondazione Brescia Musei offrono preziose occasioni per conoscere i grandi maestri, scoprendone il linguaggio, l’estetica, la grammatica attraverso le intense immagini che hanno segnato la storia della fotografia. 


VISITA GUIDATA ALLE MOSTRE 
 
Visita guidata alle mostre che, dalle intense immagini, entrate nella storia della fotografia, dei più grandi autori internazionali, da Henri Cartier-Bresson a Werner Bischov, da Robert Capa a Peter Marlow, giunge agli scatti di Steve McCurry che raccontano l’universalità del leggere.    
 

LABORATORI
PROLUNGAMENTI 
(scuola dell’infanzia)
Un dettaglio, individuato ed estrapolato da un’immagine fotografica,  si trasforma in altro attraverso l’intervento del segno che, muovendosi liberamente attorno, sopra e sotto il particolare, diviene il punto di partenza di una nuova, inattesa creazione grafica. 

I “SENSI” DELL’IMMAGINE
(scuola primaria, secondaria 1°)
Osservando una fotografia ognuno può immaginare i suoni e i rumori prodotti dalla scena, assaporarne profumi e sapori, sentire al tatto oggetti e superfici. Questi aspetti sensoriali evocati si materializzano concretamente, rinforzando l’intenzione contenuta nell’immagine, attraverso un collage di elementi in rilievo, in una sorta di reportage multisensoriale

MESSA IN SCENA 
(secondaria  2° )
Gli scatti di Steve McCurry che ritraggono persone di paesi, culture, abitudini diverse mentre sono immerse nel piacere della lettura diventano lo stimolo per  scoprire in quanti infiniti modi la stessa azione può essere interpretata. Le diverse espressioni, attraverso lo scatto, come in un set fotografico, saranno “immortalate” a documentare  l’universo sfaccettato del gesto personale. 

DA UN’IMMAGINE ALL’ALTRA 
(scuola primaria, secondaria 1° e 2°)
I pittori hanno spesso cercato e trovato espedienti per rappresentare in modo fedele la realtà utilizzando strumenti ottici. Inizialmente furono gli specchi concavi o convessi poi comparvero la camera obscura e la camera chiara o lucida. Nel laboratorio si indaga quest’ultimo processo di riproduzione della realtà, mettendo in luce le connessioni tra pittura e fotografia, che emergono sia nella tecnica sia nel linguaggio espressivo.
 

COSTI:
Scuole con attività didattica 6,00 € cad.
Scuola infanzia con attività didattica 1,50 € cad.
 
DURATA:
h 1.30 ca. visita guidata
h 2 ca. laboratori
 

PER LA PRENOTAZIONE DI TUTTE LE ATTIVITA' PROPOSTE:

Centro Unico Prenotazioni
CUP – Museo di Santa Giulia
Tel. 030.2977833-34 - Fax 030.2978222
www.bresciamusei.com  - santagiulia@bresciamusei.com
 



 
 
 
 

«  Archivio newsletter