MENU
 

Menu di sezione

 
 

Contenuto della pagina

Archivio newsletter

Newsletter

 
Newsletter del 29/10/2012

 Gabriele Saleri: il ritorno del sentimento

Museo di Santa Giulia
Sala dell'affresco
9-24 novembre 2012


Inaugura giovedì 8 novembre alle ore 18.30 presso la Sala dell'affresco del Museo di Santa Giulia la mostra dedicata all'artista bresciano Gabriele Saleri che, nato nel 1927, fin dal 1945 espone in mostre sia collettive che personali a Brescia, Verona, Vicenza come pittore professionista.

I suoi paesaggi di città e borghi tecnicamente impeccabili, le rigogliose campagne, le nature morte soffuse di delicata poesia, i ritratti che delineano animi oltre che fattezze, l’arte sacra piena di sentimento lo fanno apprezzare dagli esperti d’arte, ma lo rendono caro anche al pubblico che ne apprezza l’immediata comunicativa.
Il suo caratteristico stile dalla pennellata pastosa, dal tono pacato, in cui il colore è protagonista assoluto poiché modella le forme, dà loro volume e consistenza, definisce i piani della visione rendono un suo quadro immediatamente riconoscibile anche tra numerosi altri, come una melodia conosciuta.

Tra i suoi quadri vanno ricordati almeno i grandi dipinti esposti in luoghi pubblici, come il quadro di Annunciata Cocchetti nel Duomo Nuovo di Brescia, la serie delle pale con i frati dei Fatebenefratelli nella chiesa di Sant’Orsola, la Madonna nell’edicola di Via Pisacane, Papa Giovanni XXIII nella cappella del Segretariato delle opere di Papa Giovanni in Via delle Grazie, Sant’Apollonio nella parrocchiale di Lumezzane, il beato Giuseppe Tovini nella sede della Banca di Valle Camonica, il dottor Franz Gurk della Galleria Municipale di Karlsruhe in Germania.
Nella mostra Il ritorno del sentimento verranno esposti per la prima volta gli “Arabi”, ovvero una scelta di rappresentazioni di esotici luoghi e personaggi ispirati da un viaggio in Tunisia.

Gabriele Saleri: il ritorno del sentimento
Museo di Santa Giulia, sala dell'affresco
dal 9 al 24 novembre 2012
Ingresso libero
Inagurazione giovedì 8 novembre ore 18.30



 
 
 

«  Archivio newsletter