MENU
 

Menu di sezione

 
 

Contenuto della pagina

Archivio newsletter

Newsletter

 
Newsletter del 23/02/2016


Laboratorio per famiglie
PIANTE PESCI E MOSTRI MARINI

 
Sabato 27 febbraio, ore 15.30
Museo di Santa Giulia

PIANTE PESCI E MOSTRI MARINI
(laboratorio per famiglie)

Un nuovo entusiasmante appuntamento che porta a rileggere in maniera originale opere e dipinti custoditi nel Museo di Santa Giulia. Attraverso l’immaginazione  si può salire a bordo di strani sommergibili che percorrono silenziosamente le vie misteriose di un mondo subacqueo e incontrare pesci inesistenti, piante fluttuanti e grandi mostri marini, da realizzare in laboratorio con la tecnica delle gouaches découpées. L’esperienza creativa si conclude nelle sale del museo alla scoperta di bizzarri animali marini raffigurati, in forme e materiali diversi, dagli artisti del passato.

A chi si rivolge: a bambini dai 5 agli 11 anni accompagnati da familiari
Durata: circa h 2
Costo: € 5,50 a bambino - € 7,50 ad adulto
Prenotazione obbligatoria: CUP 030/2977833-834
www.bresciamusei.com


SubBrixia - PERFORMANCE LIVE
Fermata Ospedale I Domenica 28 febbraio ore 18.00

SubBrixia
Ottobre 2015 – Giugno 2016
Progetto a cura di NERO


Nuovo appuntamento con l’arte in metropolitana
Domenica 28 febbraio

Performance live, ore 18.00

BLIND DANCE, secondo intervento live per Rationabiles Tubas, o Guarigione di FRANCESCO FONASSI a cura di Dario Bruna/Fabrizio Saiu

Ad un mese dall’inaugurazione della sua opera Rationabiles Tubas, o Guarigione, l’artista bresciano Francesco Fonassi, autore della terza installazione di SubBrixia, la Metropolitana dell’arte di Brescia, torna a far parlare di sé con il primo degli eventi annunciati nel programma  'Clear a Space / Disorient Program'.

Domenica 28 febbraio alle ore 18, presso la fermata Ospedale si terrà infatti la seconda della azioni sonore live, che fino al termine del progetto dialogheranno con l'ambiente sonoro generato dall'installazione. 

Protagonisti il duo composto da Fabrizio Saiu e Dario Bruna. Due batterie nello spazio dalle atmosfere nordiche della stazione Ospedale per una esibizione BLIND DANCE.

Quaranta minuti: tanto durerà la performance che vedrà i due percussionisti misurarsi con il cluster di ottoni creato da Fonassi.

Saiu e Bruna, noti musicisti nel panorama della musica sperimentale e contemporanea, ricercatori delle tecniche improvvisatorie e compositive sul proprio strumento, la batteria, saranno così chiamati a generare un’interazione analogica: esattamente come il continuum sonoro di Fonassi che, grazie all’elettronica, è stato modificato e manipolato con strumentazioni non digitali. 

Fabrizio Saiu, protagonista di numerosi festival nazionali e internazionali è molto conosciuto nell’ambito della musica sperimentale e contemporanea. Dal 2005 svolge come musicista - percussionista un’intensa attività di studio. Le sue collaborazioni spaziano dal teatro, alla danza contemporanea, alla videoarte, ma il suo interesse è rivolto soprattutto alla ricerca in ambito performativo, dove spazio, movimento del corpo e suono si uniscono e fondono con altre discipline come il video, la fotografia e i luoghi urbani.

Dario Bruna, invece, compositore e batterista, negli anni ‘80 inizia l’attività concertistica nell’ambito della musica progrock, new wave,  jazz mainstrem, free e colta sviluppando una personale ricerca delle tecniche improvvisatorie e compositive. Studia musica classica, rock, jazz e improvvisazione sonora. Nel 1999 fonda i 3quietmen e nel 1996 costituisce il laboratorio sonoro-musicale CLGENSEMBLE, dedicandosi alla pratica musicoterapica a carattere performativo.

BLIND DANCE sarà così occasione per una nuova riflessione sulla durata del suono nello spazio, nel luogo metropolitano contemporaneo e sociale allo stesso tempo identificato come genius loci di SubBrixia.

Un nuovo viaggio sonoro ed emotivo prima ancora che fisico.
      

L’intervento artistico di Francesco Fonassi è stato sostenuto da “Moving culture”, il progetto finanziato da Fondazione Cariplo è realizzato da Fondazione Micheletti, Fondazione Brescia Musei, Università Cattolica del Sacro Cuore e Urban Center  di Brescia in collaborazione con Ambiente Parco e Brescia Mobilità, e che si propone di valorizzare la rete della moblità cittadina quale canale di diffusione della cultura del territorio. 

Rationabile Tubas è un’opera realizzata anche grazie alla preziosa sponsorizzazione tecnica di Outline, azienda bresciana di fama internazionale produttrice di sistemi d’altoparlanti e processori audio digitali, che ha fornito gli impianti per la diffusione sonora. 

Il progetto è realizzato in collaborazione con Ritmo & Blu studio di Brescia.  

SubBrixia, è un progetto ideato e prodotto da Fondazione Brescia Musei e Brescia Mobilità in collaborazione con il Comune di Brescia. La curatela è affidata a NERO. Artisti coinvolti: Ra di Martino, Marcello Maloberti, Francesco Fonassi, Patrick Tuttofuoco e Elisabetta Benassi. Il progetto è stato realizzato anche grazie ai contributi del Progetto Moving Culture, del Fondo Regionale Expo 2^ fase, con il sostegno di Regione Lombardia e alla collaborazione di ATS Expo.  

Info: www.bresciamobilita.it  

 


 
 
 
 

«  Archivio newsletter