MENU
 

Menu di sezione

 
 

Contenuto della pagina

Archivio newsletter

Newsletter

 
Newsletter del 02/03/2016

Visita al Museo del Violino e al
Museo Archeologico di Cremona

Sabato 5 marzo ore 10.30


Tra i Comuni di Brescia e Cremona, nell’intento di valorizzare reciprocamente il ricco patrimonio archeologico delle due città, si è tenuto nel 2015 un ciclo di conferenze di presentazione dei Musei e della storia antica dei due centri romani.

A coronamento del programma è prevista una visita a Cremona, per quanti di Brescia volessero vedere, accompagnati da autorevoli guide, quanto presentato durante le conferenze.

Pertanto la visita alla mostra "1937. La Vittoria alata e le celebrazioni stradivariane", nell'ambito del progetto Brescia-Cremona romana, avrà luogo sabato 5 marzo alle ore 10.30 presso il Museo del Violino, per poi spostarsi al Museo Archeologico.

Le due sezioni della mostra saranno illustrate rispettivamente dai due conservatori Fausto Cacciatori e Marina Volonté.
Biglietto cumulativo per le due sedi € 10,00.
Per info e prenotazioni 0372/407784 (sig.ra Paola Soldi).


ANTICHE RISONANZE IN SANTA GIULIA
domenica 6 marzo 

Domenica 6 marzo - ore 15.30
Gli Oltremontani e il Rinascimento musicale europeo
 da Josquin ad Orlando di Lasso, centocinquant’anni di “Ars poliphonica” fiamminga


Domenica 6 marzo si terrà il primo appuntamento di «Antiche Risonanze in Santa Giulia», la Rassegna concertistica del Gruppo Vocale "Cantores Silentii" diretto da Ruggero Del Silenzio, quest'anno giunta alla V edizione e organizzata con la collaborazione di Comune di Brescia e Fondazione Brescia Musei.

Il primo concerto della Rassegna è dedicato alle composizioni di alcuni di quegli autori fiamminghi che dal 1450 fino agli inizi del Seicento si sono succeduti a capo delle Cappelle musicali episcopali e di corte di tutta Europa. Due i capisaldi di questa teoria di Maestri dell’Ars poliphonica: il quattrocentesco Josquin des Prés e Orlando di Lasso, autore già proiettato nei colori e stilemi dell’epoca barocca.

Tutti i concerti si tengono nella suggestiva Basilica di San Salvatore e saranno introdotti da alcune note storico-artistiche a cura dei Servizi Educativi di Fondazione Brescia Musei.


Domenica 6 marzo - ore 15.30 
Gli Oltremontani e il Rinascimento musicale europeo
da Josquin ad Orlando di Lasso, centocinquant’anni di “Ars poliphonica” fiamminga 

L'ingresso ai concerti è libero sino ad esaurimento dei posti disponibili a partire dalle ore 15 
con accesso dall'ingresso del Museo di Santa Giulia, via Musei 81/b.

Si ricorda che per accedere al concerto è necessario presentarsi alla biglietteria del Museo a ritirare il biglietto d'ingresso gratuito.


E INOLTRE...

SMART MEETINGS 2016
UCRONIA
IL DIFFICILE RAPPORTO TRA VITA TECNOLOGIA
NELL’ETÀ DELL’INTERRUZIONE


Informarsi. Capire. Partecipare. Essere connessi. La tecnologia oggi ci promette di essere al centro di un flusso continuo di informazioni. In altre parole: di avere la percezione e il controllo del presente, del qui e ora. Possiamo fare tutto, possiamo sapere tutto, possiamo parlare con chiunque. Ma quali sono gli effetti reali di questo fiume ininterrotto di stimoli sulla nostra vita?

È questo il focus su cui si concentrano quest’anno gli SMART MEETINGS gli appuntamenti promossi dal Comune di Brescia nell’ambito dell’Agenda Digitale Urbana per comprendere la città del presente e immaginare quella del futuro. Un incontro aperto a tutti, gratuito, per capire con parole semplici il complesso scenario offerto dalle nuove tecnologie.

Anche quest’anno, a partire dal 2 marzo per tre mercoledì consecutivi dalle ore 18, la White Room del Museo di Santa Giulia sarà il luogo dell’incontro in cui la persona e il cittadino viene rimesso di diritto al centro del dibattito sul futuro della città e dei suoi servizi, sempre più ad alto tasso di connessione e tecnologia.

Tre appuntamenti, tre incontri, tre tavoli con i protagonisti dell’innovazione che racconteranno se stessi e il loro contributo alla smartness (una parola che racchiude e sintetizza la presenza sistemica della tecnologia a supporto di maggior efficienza, sostenibilità, partecipazione dei cittadini per un generale innalzamento della qualità di vita) delle città e dei territori, dei cittadini e delle istituzioni che li rappresentano.


SMART MEETING #1 – 2 marzo I Expòst . Cosa resta a sei mesi da Expo

Il focus sarà quello dell’attualità, con un bilancio ragionato di ciò che rimane a sei mesi di distanza dal grande evento che ha convogliato a Milano oltre 21 milioni di visitatori in meno di 200 giorni. Ma Expo prometteva di essere il laboratorio per varie iniziative dirompenti: da un’architettura smart e a impatto quasi zero alla carta del cibo internazionale, da un evento culturale con epicentro il consumo responsabile di cibo all’ottimismo nel futuro del pianeta.

SMART MEETING #2 – 9 marzo I Didattica 2.0

L’appuntamento dedicato al sapere e agli strumenti per una didattica sempre più a misura di individuo. Dall’accessibilità alla modulazione dei percorsi di apprendimento, dalla tecnologia al servizio dei disturbi dell’apprendimento alla cooperazione tra genitori e scuola, dagli strumenti per la formazione continua alla necessaria riconversione del sistema di formazione professionale. 

SMART MEETING #3 – 16 marzo I Professione Twitstar

Il più pop tra gli appuntamenti, con un focus irriverente e prevedibilmente molto divertente sullo strumento che sta rivoluzionando il modo di fare opinione pubblica: twitter. Una tavola rotonda coordinata da Gaspare Bitetto, esperto in comunicazione su new e social media, in cui si alterneranno esperienze professionali e sorprendenti storie di notorietà virtuale, per fare il punto su strumenti dell’informazione contemporanea come il microblogging, i trend, l’indicizzazione tramite #hashtag e altri strumenti con cui l’informazione corre sempre più veloce, accumulando e facendo crescere a volte temi di grande importanza (si veda la recente battaglia sui diritti civili delle coppie) ma anche bufale e gossip che si impongono sull’opinione pubblica. 


SMART MEETINGS 2016 | UCRONIA è un’iniziativa del Comune di Brescia in collaborazione con Fondazione Brescia Musei. L’evento si può seguire sulla pagina FB dedicata.

 


 
 
 
 

«  Archivio newsletter