MENU
 

Menu di sezione

 
 

Contenuto della pagina

Archivio newsletter

Newsletter

 
Newsletter del 15/11/2016

TORNA DADA E DINTORNI

Domenica 20 novembre 2016

'istruzioni' per immergersi nelle folli regole di DADA da scoprire attraverso l'unica mostra in Italia dedicata al movimento


Torna il secondo appuntamento con DADA E DINTORNI, ciclo di incontri di approfondimento alla scoperta delle tecniche e delle non-regole del movimento più irriverente, ironico e anarchico del Novecento, condotti da studiosi ed esperti di arte contemporanea dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia.

Domenica 20 novembre alle ore 15.00 presso la White room del Museo di Santa Giulia, il Professor Kevin McManus affronta il tema Il tempo meccanico: astrattismo e cinema dada.
 
Ricorda Hans Richter, uno dei primi protagonisti dada: “ I rulli di Viking Eggeling e i miei contenevano trasformazioni passo-dopo-passo di forme astratte, che incarnavano una sostanziale continuità. Implicavano il movimento reale. E questa implicazione era così forte , che ci spinse ad utilizzare il film al posto della tela”.

Il fine di tutti gli appuntamenti è quello di incontrarsi per scoprire insieme le ragioni della nascita e le ragioni del movimento che per primo, come il Futurismo, interessò la letteratura e la poesia, le arti visive, il teatro e la grafica.

Gli incontri si tengono alle ore 15.00  presso la White room del Museo di Santa Giulia, con ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili
.
Al termine della conferenza, alle ore 16.15 circa, sarà possibile partecipare alla visita guidata. 

 
LA DOMENICA DADAISTA!
visita guidata alla mostra DADA 1916. La nascita dell'Antiarte

Ritrovo ore 16.15 presso la biglietteria del Museo di Santa Giulia
Durata circa ore 1,30'
Biglietti € 5 ridotto - € 3,50 dai 6 ai 13 anni 
Servizio guida € 4 a persona
Prenotazione obbligatoria al CUP 030/2977833-834 santagiulia@bresciamusei.com
 
 
INCONTRI SUCCESSIVI
  
Domenica 18 dicembre 2016
La parola: dalle parolibere ai poemi dada
Melania Gazzotti
 
Domenica 22 gennaio 2017
Oggetti reinventati: ready made e assemblaggi
Elena Di Raddo
 
  

 Ti ricordiamo inoltre...

Proseguono gli incontri 
per gli appassionati d’arte e non solo 

PER UNA NUOVA PINACOTECA.
I SEGRETI DELLA TOSIO MARTINENGO
 
Sei puntate per scoprire la storia e gli aspetti più inediti di un grande museo

Giovedì 17 novembre ore 17.15
White room - Museo di Santa Giulia  
 
I capolavori della pittura dal Quattro al Settecento: un viaggio da Raffaello a Ceruti   
Francesco Frangi

Mentre proseguono a pieno ritmo i lavori per la ristrutturazione della Pinacoteca Tosio Martinengo, Fondazione Brescia Musei e Comune di Brescia propongono alla cittadinanza un breve corso di storia dell’arte, appuntamento consueto al quale negli ultimi anni ha partecipato un pubblico folto e attentissimo di appassionati.

 

Al fine di aggiornare i cittadini sullo stato di fatto dei “lavori in corso”, condividendo con loro i contenuti del nuovo progetto scientifico di allestimento, si è pensato di dedicare il consueto appuntamento annuale del corso di storia dell’arte proprio alla nuova Pinacoteca.

 

Il corso prenderà avvio da una ricostruzione storica, che seguirà le vicende della Pinacoteca dalla sua fondazione fino all’attualità: si parlerà quindi della collezione del conte Paolo Tosio, dell’appartamento progettato da Rodolfo Vantini per il nobile mecenate, della prima apertura del Museo e del suo collegamento con la Scuola Moretto, arrivando via via al Novecento con la modernizzazione del Museo promossa da Giulio Zappa. Tra fotografie e inventari manoscritti si seguirà la politica delle acquisizioni e quella delle grandi mostre, analizzando le logiche più profonde che hanno determinato l’attuale configurazione delle raccolte. 

 

Negli appuntamenti successivi, diversi interventi metteranno in luce la straordinaria ricchezza e varietà delle collezioni d’arte dei Musei Civici: non solo i grandi capolavori del Rinascimento, ma anche le collezioni di arti decorative, i disegni e le stampe, per arrivare fino ad alcuni nuclei di grande particolarità come quelli degli strumenti musicali e dei dipinti giapponesi. Dopo un incontro dedicato alle attività di studio e di ricerca che accompagnano la vita della Pinacoteca e delle sue collezioni, la conclusione non potrà che essere dedicata al museo futuro, ai i nuovi criteri di musealizzazione, alle innovative postazioni multimediali e agli altri accorgimenti che metteranno la nuova Pinacoteca al passo con i più importanti musei europei.

 

Gli incontri vedranno impegnati in qualità di relatori il direttore della Fondazione, Luigi Maria Di Corato, e il conservatore della raccolta, Roberta D’Adda, affiancati dagli operatori dei Servizi educativi, gli storici dell’arte Davide Sforzini e Fiorenzo Fisogni; interverrà inoltre, sul tema della pittura bresciana del Cinquecento, il professor Francesco Frangi, che fa parte della commissione istituita e coordinata da Fondazione Brescia Musei allo scopo di elaborare il nuovo progetto scientifico del Museo.

 

Calendario degli appuntamenti: 

 

24 novembre

 

Dai Neoclassici ai Futuristi: le opere d’arte moderna e contemporanea, ‘invisibili’ dal 1989  

 

Davide Sforzini

 

01 dicembre

 

Intuizioni, ricerche e scoperte: il lavoro degli studiosi in vista della Nuova Pinacoteca  

 

Fiorenzo Fisogni

 

15 dicembre

 

Dietro le quinte: la vita quotidiana delle collezioni e il progetto del Museo futuro

 

Luigi Maria Di Corato


 

Tutte le lezioni si terranno presso la White Room del Museo di Santa Giulia alle ore 17.15

 

Durata: ore 1,30 circa

 

Costo del corso: € 50,00

 

Prenotazioni presso CUP Museo di Santa Giulia 030.2977834-833

 

Per informazioni www.bresciamusei.com

 

 

 


 
 
 
 

«  Archivio newsletter